Pattern dall’arte islamica

Segue un link con bellissimi pattern dall’arte islamica, da cui potremo trarre spunto per nuovi disegni…

https://www.frizzifrizzi.it/2017/03/03/tesori-darchivio-pattern-dellarte-islamica/

 

Annunci

Impaginazione e lettering (e una copertina di esempio)

Allego per la classe quarta due file relativi ai temi dell’impaginazione del prodotto editoriale (ed in particolare il libro) e del lettering (ovverto il carattere tipografico).

lezione_lettering

lezione3_layout2

Allego inoltre un esempio di layout di impaginazione di libro, da cui trarre spunto per la copia sintetica di una copertina di un libro reale.

book-cover_template

Tutti i testi possono essere resi con gli equivalenti blocchetti (rettangoli) che li contengono, tranne quelli nella prima di copertina (autore e titolo, di solito), che devono invece essere realizzati a mano, cercando di rendere il lettering utilizzato.

Un modulo complesso (un esagono, due quadrati e un triangolo)

In questo post, vi mostro il prossimo modulo che disegneranno le prime classi. Si tratta di un modulo più complesso del precedente, perché per disegnarlo è necessario assemblare un esagono, due quadrati (costruiti sui lati dell’esagono) e un triangolo equilatero (che si forma praticamente da solo). Ma forse il disegno è più efficace del testo:

01 modulo esagoni-Model

La misura del lato è di 3 cm (30 mm). Ricordate che l’esagono è semplicissimo da disegnare, perché i lati sono inclinati di 60 gradi.

Disegnato uno dei moduli, procediamo ad assemblarne tre:

02 modulo esagoni-Modello

Ho usato il colore per distinguere i diversi moduli. A questo punto possiamo procedere…

03 modulo esagoni-Modello

Un modulo tira l’altro, come le ciliege.

04 modulo esagoni-Model

Infine, arriviamo al risultato finale, composto di 12 esagoni.

05 modulo esagoni-Modello

I più coraggiosi potranno procedere con il colore (a matita dura, cioé di scarsa qualità):

06 modulo esagoni-Model

Buon lavoro!

La tela bianca nella storia dell’arte (sì, una delle occasioni in cui dici “sapevo farlo anch’io”)

C’è un bel video (è in inglese, ma con i sottotitoli, che si possono attivare, basta un livello B1 per capirlo) su uno dei temi classici della diffidenza verso l’arte moderna: la tela bianca.

Non entra nel merito delle poetiche dei vari artisti che sono arrivati a questa sintesi, ma è davvero molto utile per introdurre alla comprensione di come si è trasformata, nel XX e XXI secolo, l’arte.

E certo, tanti vorrebbero che gli artisti di oggi dipingessero come Raffaello o tutt’al più come Van Gogh, però questi stessi non vogliono saperne di viaggiare con il carretto invece che con l’automobile o di rinunciare all’ultimo modello di smartphone. Meditate, gente, meditate.

Scheda di analisi della struttura narrativa del videoclip

Pubblico di seguito la scheda per procedere all’analisi della struttura narrativa dei 3 videoclip musicali come da indicazioni date in classe.

Allego inoltre un file sul procedimento che sta dietro alla scrittura e realizzazione di un film o in genere di un prodotto audiovisivo.

Buon lavoro!

  1. STORY-CONCEPT: racconta la storia del videoclip utilizzando non più di trenta parole.
  2. ANALISI DELLE TRAME: quale storia viene narrata? Chi sono il protagonista, l’antagonista, l’aiutante? Con quali scelte di tempo e luogo? Quali gli snodi principali della trama (punti di svolta in cui cambiano le sorti dei personaggi, in meglio o in peggio)?
  3. ANALISI DELLE SCENE O MACROSCENE: dividi la videoclip in blocchi di scene (macroscene) o in temi, per comprendere con quali mezzi si è scelto di narrare le trame sopra esposte.

dalla sceneggiatura alla produzione

storia trama atti

Analisi del video musicale (per iniziare a capire il linguaggio audiovisivo)

Pubblico, ad uso della quinta, l’elenco dei video per procedere all’analisi, secondo le schede che allego sotto.

Buon lavoro.

1. Michael Jackson – Scream

2. Daft Punk – Around the world

3. Radiohead – Just

4. Foo fighters – Everlong

5. Beasty Boys – Sabotage

6. The Prodigy – Smack My Bitch up

7. Fat Boy Slim – Weapon of choice

8. Psy – Gangnam Style

9. Basement Jaxx – Romeo

10. OutKast – Hey Ya!

11. The Chemical Brothers – Setting sun

12. ColdplayUp & Up

13. REM – Loosing my religion

14. Kaytranada – Lite Spots

15. Adele – Hello

16. Pharrel Williams – Happy

17. The Supermen Lovers – Starlight

18. Mika – Boum boum boum

19. Fun – Carry on

20. Of Monsters And Men – Little Talks

21. Capital Cities – Safe And Sound

22. Marshmello – Alone

23. Calvin Harris – My Way

24. Nirvana – Heart shaped box

Ed ecco le schede utili per procedere all’analisi:

Inquadratura_campi_e_piani

Lezione movimenti macchina

analisi barry lyndon

 

Opere d’arte: scultura

Pubblico l’elenco delle opere per la seconda, terza e quarta, da indagare con la scheda che trovate una paio di post fa.

1. Banchetto di Erode, formella del Battistero del Duomo di Siena – Donatello

2. Perseo – B. Cellini

3. Ercole Farnese

4. Monumento a Gattamelata – Donatello

5. Laoconte

6. Amore e Psiche – A. Canova

7. Bronzi di Riace

8. Doriforo – Policleto

9. Davide – G. L. Bernini

10. I borghesi di Calais – A. Rodin

11. Long Term Parking – Arman

12. Pietà (in S. Pietro) – Michelangelo

13. Catasta – T. Craig

14. Forme uniche nella continuità dello spazio – U. Boccioni

15. Untitled (Boy) – R. Mueck

16. La nona ora – M. Cattelan

17. Statua equestre di Marco Aurelio

18. Pulpito del Battistero di Pisa – N. Pisano

19. Formella del Sacrifico di Isacco – F. Brunelleschi

20. Figura distesa – H. Moore

21. Ghost – A. Calder

22. Venere degli stracci – Pistoletto

23. Cavalli – J. Kounellis

24. La sposa di Messina – M. Palladino

25. Pugile in riposo – Lisippo (?)

26. Ruota di bicicletta – M. Duchamp

27. Ratto delle Sabine – Giambologna

28. Installazione alla Biennale Internazionale di Instanbul del 2003 – D. Salcedo

29. Nike di Samotracia

30. Colonna Traiana

31. Sfera Grande a Pesaro – G. Pomodoro

32. Testa addormentata – Igor Mitoraj.

Buon lavoro!

Opere d’arte da “indagare”

Segue l’elenco delle opere d’arte, per le prime e la quinta, da analizzare compilando la scheda riportata nel precedente post.

1. L’adorazione dei magi, Gentile da Fabriano

2. Pala Pesaro, Tiziano

3. Deposizione, Caravaggio

4. Sarah Bernhardt come Principessa <Lontana: poster per la rivista ‘La Plume’, A. Mucha

5. Ritratto di Silvana Cenni, F. Casorati

6. Marchio Agip

7. I piallatori di parquet, Caillebotte

8. Notte di pioggia a Karasaki, H. Utagawa

9. Madame Moitessier, Ingres

10. La ronda, G. Fattori

11. Moulin de la Galette, Renoire

12. Whamm!, Roy Lichtenstein

13. Battaglia di Isso, mosaico conservato al Museo Archeologico di Napoli

14. La scheggia, A. Basaldella

15. Deposizione, Pontormo

16. Pala Montefeltro (o pala Brera), Piero della Francesca

17. Tree studies for portrait of Lucian Freud, F. Bacon

18. Annunciazione, Simone Martini

19. Grattacieli e tunnel, F. Depero

20. Cristo morto, A. Mantegna

21. Las meninas, D. Velasquez

22. Tre musicisti, Pablo Picasso

23. San Girolamo, Antonello da Messina

24. Al Moulin Rouge, Henri de Toulouse-Lautrec

25. Ecce Homo, Antonio Ciseri

26. Two Irishmen, L. Freud

27. I nottambuli, E. Hopper

28. I coniugi Arnolfini, Jan van Eyck

29. Cavalli da corsa davanti alle tribune, E. Degas

30. Annunciazione di Recanati, L. Lotto

31. Due donne che corrono sulla spiaggia, P. Picasso

32. La camera di Vincent ad Arles (Museo d’Orsay), V. Van Gogh

 

Buon lavoro.

L’analisi dell’opera d’arte

linea-manzoni

Pubblico uno schema generale per l’analisi dell’opera d’arte, che sarà utile durante tutto il ciclo di storia dell’arte. Seguiranno, in altri post, degli esempi in cui questo schema generico verrà applicato ad un’opera di architettura, di pittura e di scultura.

1. NOTIZIE GENERALI: Riguardano l’opera in quanto oggetto. Di cosa è fatta? Con che tecnica? Chi è l’autore? Qual’è la data di realizzazione? Dove è conservata? In che stato di conservazione?

2. SOGGETTO (ICONOGRAFIA E RAPPRESENTAZIONE): Riguarda il soggetto dell’opera, cosa viene rappresentato e in che modo. A quale genere appartiene l’opera? Quali gli aspetti iconografici? Si tratta di elementi del linguaggio visuale subito evidenti, che non hanno bisogno di una analisi approfondita.

3. STRUTTURA VISIVA: Analisi della struttura alla base della composizione degli elementi che compongono l’opera. Che tipo di composizione viene utilizzata? Quali sono i fuochi percettivi, le linee di forza? Come avviene la percezione delle forme? Questo livello di analisi è più approfondito e riguarda aspetti che non sono subito visibili all’occhio.

4. LINGUAGGIO ESPRESSIVO: Come viene rappresentato il soggetto? Quale tipo di linguaggio ha scelto l’autore?